L' Ambiente, il Territorio e la Natura.

L' Impresa Luca Vanti si è sensibilizzata verso la soluzione ai problemi legati all' Ambiente e al Territorio, colpiti duramente negli ultimi anni da eventi atmosferici fuori dalla media.

Lavori di difesa e sistemazione idraulica

La Luca Vanti Srl opera con una divisione specializzata nella difesa e nella sistemazione idraulica, ovvero attua il sostegno ed il consolidamento di scarpate, la regimazione dei corsi d' acqua, arginature e altre difese spondali. Il consolidamento è attuato con l' utilizzo combinato di particolari specie vegetali - che tramite le loro radici trattengono il terreno - e di inerti ( scogliera con blocchi di calcare, rivestimento misto, etc. ). Nei casi più impegnativi, sono utilizzate anche terre armate ( Terramesh ) e gabbionate in pietrame. La forza erosiva degli agenti ambientali viene in tal modo limitata permettendo così l' avviamento del recupero paesaggistico dell' area soggetta al degrado, dovuto a dissesti naturali e/o ad interventi umani. 

Sistemazione Frane

Rilievo geologico di superficie, rilievo topografico, indagini mirate ( prove penetrometriche, indagini geofisiche ) sul corpo di frana e al di fuori dello stesso, valutazione cause scatenanti, progettazione interventi sul corpo di frana ( rimodellazione, valutazione posizionamento drenaggi ), analisi di stabilità, progettazione interventi al piede e/o al coronamento con valutazione realizzazione opere di ingegneria naturalistica.

Terre rinforzate

La tecnica delle terre rinforzate rappresenta un modo economico ed a basso impatto ambientale per la realizzazione di rilevati in terra. Vengono utilizzate per sostituire l'utilizzo di muri in cemento nelle applicazioni quali muri sottostrada, spalle di ponti, barriere antirumore e opere di mascheramento. La massima pendenza del fronte dove può essere realizzato un rilevato non rinforzato in terra è pari, al massimo, all’ angolo di attrito interno del terreno di cui è costituito. Volendo realizzare una struttura con una inclinazione più elevata, risulta necessario l’inserimento di elementi di rinforzo che ne garantiscano la stabilità. La possibilità di rinverdire il paramento dell’ opera con la crescita del manto erboso fa sì che la stessa possa integrarsi in modo ottimale nell’ambiente circostante. La possibilità di reperire in loco i materiali di riempimento (terra e pietrame), la notevole elasticità a seguito di sollecitazioni naturali (es. i terremoti), la possibilità inoltre di intervenire in zone di difficile accessibilità da parte di mezzi pesanti e la semplicità di posa eseguibile anche da manodopera non specializzata fanno delle terre rinforzate una sempre più gradita alternativa all’utilizzo del cemento armato.

Inoltre, grazie al fatto di poter realizzare dei rilevati con pendenze quasi verticali, l’ingombro planimetrico della struttura è molto ridotto.

Gabbionate e Scogliere

Gabbioni - Le strutture in gabbioni sono opere diffusamente utilizzate nella realizzazione di muri di sostegno di sottoscarpa e di controripa in ambito di consolidamento di versante, stradale, ferroviario, idraulico ed architettonico. I gabbioni sono strutture scatolari realizzate in rete metallica tessuta con filo di ferro galvanizzato a caldo con rivestimento in lega Zinco-Alluminio e/o polimero plastico. La maglia esagonale che forma la struttura è a doppia torsione tipo 8 x10. Le strutture scatolari vengono riempite in cantiere con pietrame di idonee caratteristiche e pezzatura, preferibilmente ciotolo di fiume o spaccato di cava compatto e resistente. I muri in gabbioni conferiscono ai muri di sostegno così realizzati lo status di miglior struttura per la mitigazione di fenomeni franosi fino a profondità di 4-5 metri in terreni limo-argillosi con elevato tenore di acqua.

Gabbioni Chiodati - La nuova tecnologia Nail-Gabions (sistema che abbina gabbioni e chiodatura del terreno) rappresenta un'efficace strumento geotecnico che permette di realizzare opere miste di sostegno-rinforzo. La struttura di sostegno a gravità in gabbioni è abbinata ad elementi di ripartizione e distribuzione delle sollecitazioni. Per le caratteristiche stesse di assemblaggio e costruzione del gabbione l'intera struttura lavora, grazie alle legature e agli elementi di connessione interni, come muro monolitico chiodato. Questa tecnica è particolarmente efficace nelle applicazioni di interventi in zone con scarsi spazi di lavoro (controripa e sottoscarpa stradale), nell’ intervento senza interruzione della viabilità (consolidamenti della sottoscarpa stradale in "rilascio" a causa di infiltrazioni d'acqua, carichi ciclici o deterioramento delle caratteristiche geotecniche del rilevato), nella riduzione degli scavi in terreni potenzialmente buoni adiacenti alle zone da consolidare e nel consolidamento profondo e drenante con valenza estetica e ambientalmente mitigabile con rinverdimento delle gabbionate.

Gabbioni verdi - Il diffuso utilizzo di opere in gabbioni e gabbioni rinverditi in contesti che vanno da quello fluviale a quello collinare montano, per arrivare a quello urbano, ha dimostrato che l'evoluzione dell'ambiente nel tempo, tende ad aumentare progressivamente i fattori di stabilità statica delle strutture. Ciò avviene in conseguenza del consolidamento del terreno per effetto simultaneo del drenaggio e della crescita di vegetazione. La vegetazione, attraverso lo sviluppo delle parti aeree, contribuisce a intercettare e smaltire le acque meteoriche e, attraverso la crescita dell'apparato radicale, ad aumentare le forze resistenti tramite l'azione di rinforzo delle radici e la sottrazione di parte dell'acqua circolante nel terreno. A seguito della crescita vegetativa vi è inoltre una forte diminuzione dell'impatto ambientale. Nel tempo la vegetazione arriva ad inglobare completamente le strutture in gabbioni creando anche microhabitat locali.